News: Mappato il fungo responsabile della forfora

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

News: Mappato il fungo responsabile della forfora

Messaggio Da Admin_Moderatore il Dom 6 Gen 2008 - 20:52

LA SCOPERTA
La forfora 'allo scoperto'
Decifrato il dna del fungo

La scoperta dovrebbe portare allo sviluppo di shampoo, lozioni e medicine più efficaci per dire addio alle scagliette bianche causate da un lievito il cui dna è stato interamente mappato

forfora -Roma, 6 novembre 2007 - Una buona notizia per i tanti costretti a combattere con un fastidioso problema, la forfora . Il fungo che ne è la causa non ha più segreti: gli scienziati ne hanno decifrato e mappato l'intero Dna. La scoperta, finanziata dalla multinazionale Procter and Gamble, è pubblicata sugli autorevoli 'Proceedings of the national Academy of Sciences' (Pnas). E dovrebbe portare allo sviluppo di shampoo, lozioni e medicine più efficaci per dire addio alle scagliette bianche e grigiastre, conseguenza di una vera e propria patologia che affligge circa metà della popolazione.



Non si può dare la colpa della forfora alla scarsa igiene, allo stress, alla genetica. Nella quasi totalità dei casi il responsabile è la Malassezia globosa, un lievito tipo fungo. In milioni abitano sul cuoio capelluto e si nutrono delle sostanze oleose prodotte dalle ghiandole sebacee. Secondo il team che ne ha sequenziato il genoma - guidato da Thomas Dawson, del Miami Valley Innovation Centre della Procter a Cincinnati - il fungo si è adattato all'ambiente perdendo la capacità di produrre gli acidi grassi essenziali per il suo nutrimento.



Un problema facilmente risolto, visto che si ciba di quelli rilasciati dalle ghiandole sebacee. Gli uomini ne hanno di più grandi: questo spiega perchè la forfora 'preferisce' il sesso forte. Dopo essersi nutrito, il fungo rilascia sostanze tossiche che possono irritare l'epidermide. Le scaglie si formano e si staccano con l'antiestetico effetto 'nevicata'. Altro non è che pelle, che in presenza di questa patologia cade a ritmi più rapidi del normale. Il genoma della Malassezia globosa ha 'solo' 4.285 geni scritti in 9 milioni di 'letterè di Dna. Poca cosa rispetto al nostro.

fonte:http://qn.quotidiano.net/salute/2007/11/06/45802-forfora_allo_scoperto.shtml
avatar
Admin_Moderatore
Admin

Numero di messaggi : 43
Data d'iscrizione : 05.01.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum