Fotobalneoterapia Tomesa (di cosa si tratta)

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Fotobalneoterapia Tomesa (di cosa si tratta)

Messaggio Da Admin_Founder il Dom 6 Gen 2008 - 22:35

FOTOBALNEOTERAPIA TOMESA

II trattamento della psoriasi ha sempre rappresentato un problema di notevole importanza clinica per il medico ed il paziente.
Una delle terapie non farmacologiche da sempre utilizzate nella psoriasi è la eliobalneoterapia, basata sulla osservazione dei miglioramenti estivi di questa dermatosi.
Inoltre da numerosi anni la eliobalneoterapia è proposta in alcuni centri appositamente organizzati sul Mar Morto dove, a 400 metri sotto iI livello del mare, vi è un rapporto tra RUV-A e RUV-B a favore di quest'ultima banda e dove è presente una salinità dell'acqua molto elevata.
Queste condizioni climatiche ideali determinano una significativa riduzione delle manifestazioni della malattia.
La Fotobalneoterapia Tomesa costituita da una vasca, un tettuccio irradiante RUV-B a banda stretta ed un sistema computerizzato riproduce fedelmente le condizioni terapeutiche presenti sul Mar Morto. Già numerose sperimentazioni cliniche effettuate in Germania e presso la Clinica Dermatologica di Udine hanno confermato la validità clinica della fotobalneoterapia Tomesa.
Durante la visita effettuata presso il centro Psoriasi verrà valutata l'idoneità del paziente ad effettuare la terapia. Una volta firmato il consenso informato alla terapia il paziente potrà iniziare il ciclo terapeutico che prevede 30 sedute di fotobalneoterapia (da un minimo dì 3 ad un massimo di 5 sedute settimanali).
Alla seduta numero 10, 20 e 30 il paziente verrà rivalutato dal personale medico che in ogni caso resta a disposizione del paziente in qualsiasi momento del ciclo terapeutico.
Al termine delle 30 sedute potranno essere programmati dei cicli di mantenimento a seconda del risultato clinico ottenuto.


Effetti collaterali

Durante il ciclo terapeutico potrebbero verifìcarsi alcuni effetti collaterali. In particolare:
sensazione di bruciore (più accentuato nelle prime sedute), stanchezza, comparsa di eritema, riaccensione di herpes simplex, prurito.
Nonostante il potenziale effetto di insorgenza di tumori cutanei in pazienti esposti ai raggi ultravioletti, un ciclo terapeutico di breve durata come quello effettuato con la fotobalneoterapia sembra non presentare effetti cancerogenetici più elevati rispetto alla popolazione di controllo.
II paziente potrà in qualsiasi momento e per qualsiasi motivo abbandonare il ciclo terapeutico senza alcuna conseguenza sulla sua presa in cura da parte del personale medico della struttura.

Riferimenti:
http://www.ricercaecura.it/cont/1640app/0412/2001/default.asp
avatar
Admin_Founder

Numero di messaggi : 104
Data d'iscrizione : 05.01.08

Vedi il profilo dell'utente http://vitipsoderma.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum