L'ormone della fame

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

L'ormone della fame

Messaggio Da Ellys il Ven 16 Gen 2009 - 12:48

"Da qualche tempo si è focalizzata l'attenzione degli studiosi su di un nuovo potenziale regolatore dell'appetito e del peso corporeo: si tratta della "Ghrelin". Potrebbe essere utile in futuro il suo utilizzo nella gestione delle cachessie in alcuni tumori oltre che nel trattamento dell'anoressia."

Perché si è sviluppato un interesse verso questo ormone?

La "Ghrelin", un peptide composto da 28 aminoacidi, è un ligando endogeno per un nuovo recettore dell'ormone della crescita (GH) secretogeno espresso dalla ghiandola anteriore pituitaria somatotropa e da specifici neuroni ipotalamici. Una sua alta concentrazione potrebbe avere nel meccanismo dell'alimentazione il suo target. Isolato in un primo tempo dallo stomaco dei ratti, ha la funzione di stimolare il consumo di alimenti e la secrezione del GH. Il rilascio dell'ormone della crescita è regolato dal GHRH (grow-hormone-realising hormone) che ha un effetto stimolante sullo stesso e dalla somatostatina che inibisce la sua funzione. L'ormone della crescita ha importanti azioni metaboliche, nota è quella proteico anabolica e lipolitica: adulti con deficit del GH hanno una ridotta massa muscolare e un aumento dell'adiposità. Le diverse sperimentazioni fatte sui roditori hanno evidenziato che la "Ghrelin" agendo sui ventricoli cerebrali e sul periferico induce l'aumento della fame e del peso, e l'induzione dell'iperfagia è a vantaggio dell'obesità. Nell'uomo è espressa principalmente nel fundus dello stomaco dalle cellule neuroendocrine ed è secreta nel circolo (la gastroresezione riduce la sua concentrazione nel plasma del 65%).

Da uno studio condotto dalla Dott.ssa A.M. Wren , dell'Imperial College School of Medicine di Londra, su di un gruppo di volontari, è emerso che la "Ghrelin" nell'uomo stimola l'appetito inducendo lo stimolo della fame e aumentando così il consumo di alimenti . Sembrerebbe che la stessa abbia una funzione importante sul comportamento alimentare. Durante il digiuno la combinazione della riduzione dell'insulina e l'aumento della secrezione di GH promuove l'esaurimento delle riserve dei trigliceridi (TG) dai grassi e l'utilizzo degli acidi grassi come fonte di energia. La fame ed il comportamento del "cercare cibo" sono stimolati dalla caduta della leptina e dalla concentrazione dell'insulina circolante (entrambi sopprimono l'appetito attraverso le azioni centrali). La "Ghrelin" è un'importante induttore del rilascio del GH, attivando i livelli pituitari ed ipotalamici. La combinazione di "Ghrelin" con GHRH è il più potente stimolatore della secrezione del GH, così che la "Ghrelin" funziona come stimolante dell'appetito. Prodotta a livello gastrico è regolata da fattori nutrizionali ed ormonali. I segnali inibitori sembrano includere la leptina, l'interleukina-1b, lo stesso GH e una dieta ricca in grassi , mentre una dieta povera in proteine aumenta la concentrazione nel plasma.

Livelli bassi di "Ghrelin" si possono trovare nel piccolo e nel grosso intestino, nelle cellule delle isole pancreatiche e nei neuroni dei nuclei arcuati dell'ipotalamo basale. Affascina il fatto che la concentrazione di "Ghrelin" nel plasma aumenta progressivamente durante il digiuno e diminuisce fino ad un'ora dopo il pasto. Una volta che si è consumato il pasto l'appetito si placa come la concentrazione dell'insulina e della "Ghrelin" che aumentano e diminuiscono rispettivamente. Gli effetti anti-obesità degli antagonisti della "Ghrelin" potrebbero portare ad una diminuzione della secrezione del GH e di conseguenza ad effetti secondari come la diminuzione del tono dell'umore e ad una bassa qualità della vita, ne deriva il fatto che la regolazione dell'omeostasi energetica è complessa.

La scoperta della "Ghrelin" è certamente un passo avanti per la comprensione del controllo neuroendocrino della fame, inoltre potrebbe essere utile in un futuro il suo utilizzo nella gestione delle cachessie in alcuni tumori oltre che nella anoressia. Il futuro sarà soprattutto basato sugli studi che dovranno focalizzare la loro attenzione sullo sviluppo di un farmaco per la terapia del sovrappeso e dell'obesità.

Fonte: http://www.benessere.com/dietetica/arg00/ormone_fame.htm

GRADIREI AVERE UN TUO PARERE IN MERITO, SE POSSIBILE.
GRAZIEEE!

_________________

Ellys per gli amici!!!
Ridi del duol che t'avvelena il cor!!!
avatar
Ellys
Admin

Femminile
Numero di messaggi : 474
Età : 33
Località : VR
Data d'iscrizione : 11.01.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum