Enzimi

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Enzimi

Messaggio Da Ellys il Dom 24 Feb 2008 - 16:47

ENZIMI: I regolatori della nostra salute

I preparati con il sistema della fermantazione a cascata, denominati regolatori, funzionano come una vera e propria “centrale energetica” per l’intero organismo secondo un procedimento brevettato. Il dottor Hans Niedermaier, inventore dei suddetti regolatori, a 90 anni viveva ancora in ottima salute.

Senza enzimi non ci sarebbe vita; essi, infatti, rendono possibili tutti i processi biochimici necessari per la vita e per il nostro metabolismo. In assenza di enzimi, peraltro, il nostro sistema immunitario non potrebbe attivarsi per far fronte agli agenti che causano le malattie, quali batteri, virus o altre sostanze nocive all’interno del circolo sanguigno e linfatico e senza questi minuscoli “aiutanti” non sarebbe possibile né l’attività metabolica, né l’assimilazione di vitamine, di elementi spuri e di altre sostanze vitali.
L’essere umano è costituito da circa 70 bilioni di cellule e nel nostro organismo ogni giorno si svolgono circa 200 milioni di processi chimici, tutti regolati e gestiti mediante cascate di enzimi propri dell’organismo; è evidente, quindi, che il nostro corpo deve essere dotato di un enorme potenziale di enzimi: il cosiddetto “sistema di enzimi propri dell’organismo”. È ben noto come in medicina la scoperta di alcuni enzimi si sia rivelata di enorme importanza: dall’ananas, dalla papaia e dal pancreas di alcuni animali vengono estratte sostanze altamente efficaci impiegate, poi, nel trattamento di gonfiori, arrossamenti, dolori e infiammazioni.
A tale proposito, il dottor Hans Niedermaier, farmacista e chimico esperto di alimentazione, si è interrogato sulla possibilità di stimolare il sistema di enzimi dell’organismo piuttosto che cercare di sopperire alla carenza di singoli enzimi. Da questa geniale intuizione il dottor Niedermaier, dopo anni di ricerche, ha sviluppato un procedimento finalizzato a stimolare le reazioni enzimatiche all’interno dell’organismo umano le quali, come è noto, sono di grande ausilio nel trattamento di diverse patologie anche già in atto.
Il dottor Niedermaier ha sviluppato, a seguito di una ricerca pluriennale, un procedimento di produzione che cerca di mantenere i fermenti originari in forma liquida. A questo fine ha utilizzato delle sostanze accuratamente selezionate il cui completo corredo enzimatico viene ripartito in modo da poter essere assunto dal corpo umano.
Attraverso tale procedimento – denominato “fermentazione a cascata” e che si avvale di un brevetto europeo – frutta e verdure vengono fatte fermentare più volte e a più riprese mediante diversi batteri dell’acido lattico.
Questo sistema fornisce due vantaggi decisivi:
1) la scomposizione degli enzimi, in modo tale che essi possono essere ridotti nei loro componenti attivi ed assorbiti come particelle a basso peso molecolare già attraverso la mucosa orale;
2) un potenziamento degli effetti (è ben noto l’effetto di potenziamento in omeopatia). Grazie a questa speciale formula di fermentazione il prodotto finale possiede un livello di energia particolarmente alto come è stato documentato anche da fotografie Kirlian. Questa elevata energia fa sì che i regolatori prodotti con “fermentazione a cascata”, oltre a risultare efficaci a livello “sottile”, funzionino nelle cellule come vere e proprie “centrali energetiche”. Gli ingredienti, tutti di origine biologica, sono accuratamente selezionati: datteri, fichi, noci, cocco, fagioli di soia, cipolle, crescioni, miglio, carciofi, sedano, erbe e zafferano riescono a coprire il fabbisogno di enzimi necessario alla popolazione occidentale. È importante, inoltre, che questi frammenti di enzimi si trovino immersi in acido lattico destrogiro; l’acido lattico L(+) ottimizza la produzione energetica nelle cellule del corpo (mitocondri) e svolge una importante funzione protettiva che aumenta la comunicazione tra le cellule. [b]Un organismo, infatti, può ritenersi sano solo quando i suoi più piccoli componenti riescono a comunicare tra loro in modo ottimale impedendo la formazione di qualsiasi tipo di ostruzione. [/b]Gli esperti parlano di un’ampia gamma di poteri curativi dei Regulate (prodotti con “fermentazione a cascata”). Se si considerano i risultati di ricerche condotte in tutto il mondo e in base alle quali risulta che l’80 per cento degli individui soffre di carenza di sostanze vitali e di enzimi, appare evidente l’importanza di un’integrazione alimentare. Oggi, peraltro, esiste una vasta offerta di integratori vitaminici e minerali, tuttavia secondo gli esperti questi possono essere sfruttati dall’organismo umano solo in piccola percentuale. Cosa regolano i “Regolatori”
Negli ultimi anni, un gruppo di medici, scienziati, naturopati e veterinari sostenitori della medicina naturale ha tratto dall’utilizzo dei regolatori una serie di positive esperienze pratiche che hanno fornito i seguenti risultati:
a) Positivo influsso sulla flora intestinale e quindi sulla digestione
Grazie a questa caratteristica è possibile creare le condizioni necessarie a mantenere o a ripristinare il benessere del nostro organismo (“la salute parte dall’intestino”). Le molteplici conseguenze dei disturbi intestinali sono ben note: esantemi, problemi allo stomaco, al fegato, alla cistifellea, dolori renali, emicrania, solo per citarne alcuni. Gli uomini, così come gli animali, sono sottoposti all’azione nociva di veleni di tutti i tipi: ambientali, metalli pesanti, residui del metabolismo, eccesso di proteine... I reni e il fegato, in quanto organi escretori, vengono spesso colpiti duramente. I regolatori svolgono dunque un effetto di compensazione del sistema acido-basico e favoriscono lo smaltimento dei veleni a vantaggio sia degli organi depurativi quali il fegato, la pelle e i reni che del metabolismo nel suo complesso.
b) Ostruzioni e congestioni del sistema nervoso
La debolezza nervosa, l’estrema stanchezza o l’irritabilità sono fenomeni ben noti. I regolatori possono aiutare a risolvere queste ostruzioni e congestioni in quanto sono particolarmente adatti ad aiutare e a stabilizzare il sistema immunitario.
c) Regolazione del sistema ormonale
Anche il nostro sistema ormonale viene regolato dalle cascate di enzimi del nostro corpo. Grazie a “processi di retroazione” gli ormoni, in presenza di un sistema enzimatico ben bilanciato, vengono riportati nei loro giusti binari.
Riassumendo, in base ai resoconti forniti dall’esperienza di medici e di naturopati, si possono determinare i seguenti campi di applicazione dell’effetto enzimatico dei regolatori sull’organismo:
-Perdita di vitalità, stati di spossatezza, infezioni, convalescenze, disturbi del sonno, ostruzioni dei tessuti, nervosismo, stress, perdita di concentrazione.
-Depurazione di tutte le strutture connettive dei tessuti ed eliminazione di metalli pesanti, pesticidi e tossine grazie all’attivazione dell’attività renale (attenzione: all’inizio del processo depurativo il manifestarsi di un aumento dello smaltimento di liquidi nel corso della notte è normale e anzi auspicabile. La normalizzazione avviene dopo circa 10 settimane).
-Processi di infiammazione di tutto l’apparato motorio: muscoli, tendini, mucose, articolazioni e ossa (artrosi).
- Infezioni dovute a funghi, batteri e virus, erpete zoster, sinusiti e bronchiti.
- Disturbi del sistema cardiocircolatorio, disfunzioni vascolari, ostruzioni del sistema linfatico ed edemi di qualsiasi genere.
-Problemi di stomaco e intestinali, dolori al fegato e alla cistifellea, colon irritabile, flatulenze, disturbi digestivi.
- Disfunzioni ormonali, malanni di cambio stagione, regolazione di un diabete incipiente.
- Trattamento delle ferite e suppurazioni.
- Malattie della pelle: neurodermite, psoriasi, allergie.

Posologia
Si consigliano due cucchiai al giorno: la mattina a stomaco vuoto e la sera prima di andare a letto. Il liquido non deve essere ingerito immediatamente ma va tenuto in bocca per un po’ di tempo, in modo che possa essere assorbito già attraverso la mucosa orale.

Attenzione!
Tutti i pazienti con manifestazioni infiammatorie acute (alla pelle e alle articolazioni), pressione alta, sindrome ipertiroidea e diabetici devono ingerire una dose estremamente bassa. Posologia gocce: 5 al mattino e 5 alla sera.


Effetto sulla pelle (impiego a spruzzo)
I regolatori sono efficaci anche per uso esterno. Semplicemente spruzzando il prodotto sulla pelle i minuscoli componenti attivi sono in grado di esercitare il loro potenziale curativo. L’effetto raggiunge gli strati più profondi della cute e si trasmette persino alle ossa e agli organi interni.

I regolatori vengono prodotti con la denominazione commerciale di Regulat® dalla Dr. Niedermaier-Pharma; sono provvisti della licenza di generi alimentari e sono disponibili nelle farmacie, erboristerie e online.
Gli esami condotti in campo scuro dal professor dottor Einderlein e gli esami analitici svolti presso le università dimostrano i significativi effetti ad ampio raggio dei regolatori.

Fonte: http://www.centrostudisyn.it/content/view/138/106/


Ultima modifica di Eleonora il Ven 14 Nov 2008 - 13:13, modificato 4 volte
avatar
Ellys
Admin

Femminile
Numero di messaggi : 474
Età : 33
Località : VR
Data d'iscrizione : 11.01.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Enzimi

Messaggio Da Ellys il Dom 24 Feb 2008 - 16:53

Il mio medico di base mi aveva consigliato di prenderli... ci sto pensando...
Di sicuro male non mi fanno...
Ne avevo parlato con la mia dermatologa ma LEI ha fatto orecchie da mercante come se non ne avesse mai sentito parlare... ma sinceramente a me balla un occhio... figuriamoci se non ne ha mai sentito parlare, perfino la EUCERIN marca di detergenti delicati per la pelle usa gli enzimi... BOH...
avatar
Ellys
Admin

Femminile
Numero di messaggi : 474
Età : 33
Località : VR
Data d'iscrizione : 11.01.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum